Regalare una bocca sana al tuo bambino? Oggi si può

Articolo a cura di: Dott.ssa Ilaria Fricelli

DENTI IN GRAVIDANZA

Lo sapevi che prima e durante la gravidanza ogni mamma dovrebbe andare dal dentista e curare la salute della sua bocca?

La prevenzione della carie per il bambino (e non solo) inizia proprio dal pancione!

Nel nostro studio, grazie al supporto di professionisti esperti, è possibile seguire un programma di prevenzione che affianca le future e neo mamme. Si tratta di interventi non invasivi che si fanno in studio ed un seguimento costante con una serie di consigli da mettere in pratica a casa quotidianamente, con l’obiettivo di migliorare la salute orale della mamma e, di conseguenza, del bambino.

Come cambia la bocca durante la gravidanza?

Molto spesso è possibile vedere la comparsa di gengive gonfie che possono sanguinare; si tratta della “gengivite gravidica”, una condizione tipica della gestazione e che possiamo aiutarti ad affrontare, senza pericoli per il nascituro.

Anche il rischio carie nella mamma aumenta a causa del reflusso e del vomito (sintomi presenti nel 75% delle donne nel primo trimestre) e dei sistemi messi in atto per ridurre l’acidità come fare spuntini frequenti o bere bevande gassate che aiutano la digestione.

Una futura mamma può andare dal dentista per curare la salute dei denti in gravidanza?

Certo! Seguendo degli appositi protocolli e le Linee Guida del Ministero della Salute, oggi è possibile curare le donne anche durante la gestazione. Il nostro consiglio resta sempre quello di prevenire sottoponendosi a controlli periodici prima della gravidanza, ma qualora dovessero manifestarsi dei sintomi che richiedono un intervento, il nostro staff sarà pronto e preparato a gestire ogni situazione, a seconda del trimestre della gravidanza e delle esigenze della mamma.

Per saperne di più...

Raccomandazioni per la promozione della salute orale in
età perinatale: sono le linee guida del Ministero della Salute.

La modalità di parto può influire sulla salute orale del bambino?

La risposta a questa domanda è: si!

L’impronta microbica sul bambino, cioè il tipo di batteri che si instaurano nella sua bocca, è influenzata anche dal tipo di parto (naturale o cesareo) e dalla sede (ospedaliero o in casa). Il primo contatto del bambino con il mondo esterno e la conseguente colonizzazione batterica sono fondamentali per lo sviluppo del suo sistema immunitario (anche in ambiente orale). Quando il bimbo nasce naturalmente, attraversando il canale vaginale, entra in contatto con batteri diversi rispetto a chi nasce con parto cesareo. Nel primo caso, il sistema immunitario è in grado di adattarsi meglio a questa prima esposizione ed i batteri “buoni” potranno stabilirsi in maniera più stabile preservando la salute del piccolo. Anche il momento del parto può influire sulla salute dei denti del bambino. Infatti parti prematuri (ed anche cesarei o complicati) sono possibili fattori di rischio di MIH, ovvero un difetto di formazione dello smalto dei denti definitivi che li rende molto più fragili (ne parleremo meglio in un’altra newsletter).

Quanto spesso una donna incinta dovrebbe sottoporsi a visite di controllo odontoiatriche?

Il nostro consiglio è di fare un controllo odontoiatrico a trimestre. Il mantenimento della salute orale della mamma è infatti importantissimo per se stessa, per il buon esito della gravidanza e per la salute del feto prima e bambino poi.

Numerosi studi scientifici associano un aumentato rischio di parto prematuro, aborto o basso peso alla nascita, nelle donne che presentano gravi problematiche gengivali (parodontite, di cui parleremo prossimamente).

E dopo il parto?

La prevenzione della carie per il bambino continua anche se il neonato non ha denti!

Il motivo risiede nelle possibilità del genitore di trasmettere i batteri al suo bambino ad esempio attraverso i baci o piccoli gesti che si compiono con i propri figli, come ad esempio pulire il ciuccio che cade a terra passandolo prima dalla propria bocca e poi in quella del piccolo o assaggiare con la stessa posata le pappine prima di imboccare il bimbo. Si tratta di gesti naturali e dei quali non vogliamo privarci, per questo è molto importante che la bocca delle future mamme ed anche dei papà sia pulita e libera da infezioni prima della nascita.

Per tutti questi motivi vogliamo scardinare la falsa convinzione che una donna incinta non possa recarsi dal suo dentista e che ad ogni gravidanza debba necessariamente seguire l’indebolimento dei denti della mamma fino alla loro perdita.
Possiamo evitare tutto ciò attraverso semplicissimi interventi e consigli che potranno giovare non solo alla salute della mamma, ma anche del bambino perché prevenire è sempre meglio che curare!
  • null

    Ilaria Fricelli

    Odontoiatra
    Studio Nobile
    Taranto (TA)

Vuoi proteggere i tuoi denti in gravidanza?
Il nostro consiglio è di fare un controllo odontoiatrico ogni 3 mesi.

Ti aiuteremo a seguire un programma di prevenzione specifico per le future mamme da mettere in pratica a casa quotidianamente, con l’obiettivo di difendere la salute dei denti in gravidanza, della mamma e del suo bambino.